Diventare una cam girl è facile. Diventare una cam girl e trasformarlo in un lavoro degno di questo nome, che ti faccia guadagnare ben più di uno stipendio normale, è molto più difficile e non per le ragioni cui stai pensando.

Credi che il problema di tante aspiranti camgirl sia l’aspetto fisico o la mancanza di attrezzature? Beh, ti sbagli: per diventare una cam girl e guadagnare, bastano una webcam di qualità decente e una strategia.

I più falliscono su quest’ultimo punto.

Quanto guadagna una camgirl

In media, una camgirl guadagna circa tra i 30€ e i 60€ all’ora, quanto meno all’inizio. Le camgirl più navigate possono guadagnare oltre 150€ all’ora, invece, raggiungendo cifre da capogiro ogni mese. Alcune webcam model guadagnano più di 10.000€ al mese, altre superano i 100.000€; giri d’affari degni di una piccola azienda.

Sulla carta è tutto fantastico, finché non analizzi le “prime volte” di camgirl comuni.

Il guadagno orario presuppone che tu riesca a lavorare per una o più ore consecutive, il che non è così scontato all’inizio. È interessante leggere le esperienze di camgirl su Reddit, che condividono i loro sfortunati inizi.

Il mio primo giorno online, guadagnai forse $10. Provai a portare pazienza e rimasi online una settimana. Poi, la seconda settimana feci qualcosa come $150 al giorno e questo diede una spinta alla mia motivazione. (IrinnaMoris)

La prima notte? Nemmeno $10. La prima settimana? Ho raggiunto a malapena i $70, tutto grazie a un ragazzo abbastanza gentile da lasciarmi una mancia di $50 solo per vedermi indossare un vestito. Dopo un paio di mesi, però, sono riuscita a mettere insieme $150-$300 circa al mese. Le mie aspettative erano più alte, ma ho iniziato a fare camming non sapendone niente. (DoxyGrimxxx)

$0.00: siamo stati online un’ora e non sapevamo cosa stavamo facendo. (doindomandisabella)

Questo significa che fare la cam girl è inutile? No, significa solo che avere successo non è così automatico.

Perché fare la cam girl ti fa guadagnare poco?

Se leggiamo con attenzione le testimonianze riportate sopra e quelle di altre ragazze, vediamo che hanno tutte una cosa in comune: non avevano idea di quello che stavano facendo. Qualche volta, l’audacia paga e riesci a guadagnare bene fin dall’inizio. Molte ragazze sbattono però il muso contro la loro inesperienza e si perdono d’animo.

Peccato, perché diventare una camgirl può davvero far guadagnare tanto. Se sai cosa stai facendo, certo. È proprio per questo che esistono corsi per camgirl come il nostro, concepiti proprio per fornire le basi a chi vuole lavorare con le videochat erotiche.

Cosa ti serve per diventare una cam girl

Immagino già la domanda che ti frulla per la testa: “Chi fallisce non è semplicemente poco tagliato per il lavoro?”. A volte, sì. Vediamo però cosa ti serve davvero per diventare una camgirl.

Bisogna essere bella?

È la domanda tipica di chi si avvicina a questo mondo. Mettiamola così: essere convenzionalmente bella aiuta, non c’è dubbio. D’altra parte, è anche vero che “non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace”.

Quale che sia il tuo aspetto, troverai qualcuno che lo apprezza e che è pronto a pagare per ammirarti. L’importante è rivolgerti a quelle persone e puntare su di loro. In più, non sempre la bellezza è sufficiente in cam.

Per diventare una cam girl ben pagata bisogna essere spigliata, più che bella. Devi saperti muovere davanti alla camera, intrattenere il pubblico, incuriosirlo e attirarlo. Una ragazza molto bella ma ingessata difficilmente avrà successo, sul lungo periodo.

Cosa ti rende speciale?

Un aspetto poco convenzionale, almeno per una camgirl, può essere un trampolino di lancio piuttosto che un ostacolo. Ti fa infatti spiccare in mezzo alla concorrenza, aiutandoti ad attrarre una prima utenza.

Ovviamente, sta a te individuare le caratteristiche che ti rendono unica (non necessariamente fisiche) e valorizzarle di conseguenza. Ad esempio, potresti puntare sugli amanti delle ragazze tatuate, se hai tanti tattoo e un look alternativo.

Sei tenace?

Il vero problema di tante aspiranti camgirl, infine, è la mancanza di tenacia. Se ti approcci a questo mestiere con l’idea di fare soldi facili, senza investire né in formazione né in attrezzatura né in fatica, combinerai pochino.

Se sei fortunata, guadagnerai comunque qualcosa e riuscirai ad arrotondare lo stipendio. Altrimenti, ti perderai d’animo dopo le prime serate piatte e mollerai il colpo.

Come trasformare le videochat erotiche in un lavoro

Mettiamo che tu abbia tutto quello che serve per diventare una cam girl, compresa la voglia di imparare. Non posso riassumere un intero corso in un articolo, ovvio. In compenso, posso fornirti comunque qualche dritta per lavorare come camgirl e iniziare a guadagnare davvero.

Procurati un’attrezzatura decente

Quando si parla di videochat erotiche, tutti pensano alle telecamere e alla connessione a internet. Sia chiaro: entrambe le cose sono importanti per trasformare qualche scorribanda in cam in un lavoro vero. Detto questo, è difficile trovare un telefono cellulare che non abbia una buona telecamera, ormai.

La vera discriminante, quando si parla di video, è la luce. Molte camgirl lavorano con l’illuminazione di casa che, per forza di cose, non sempre è l’ideale. Se vuoi distinguerti, cura l’illuminazione almeno un minimo; bastano 50-100€ di attrezzatura e un tutorial per montarla.

Frequenta le videochat erotiche

Prima di buttarsi in una nuova attività, bisognerebbe sempre studiare la concorrenza. Fatti un giro sulle videochat erotiche e studia quello che fanno le tue concorrenti, soprattutto quelle che sembrano avere più successo.

Questa fase serve per individuare le “best practice” delle professioniste, così da copiarle e migliorarle in un secondo momento. Inoltre, è un modo per tastare le richieste delle persone che frequentano le videochat e, magari, per individuare possibili nicchie.

Individua un possibile target

Quando cerchi di parlare a tutti, finisci per non parlare a nessuno: è una costante in tutti i settori, non solo in quello delle videochat. Ecco perché devi individuare un cliente tipo cui rivolgerti che, a detta tua, potrebbe apprezzare ciò che hai da offrire.

Potrebbe essere l’appassionato di tatuaggi, quello che ama i giochini anali, il guardone, il feticista del piede… Il mondo è bello perché vario: individua il tuo target e inizia a parlargli.

Temi di stringere troppo il cerchio? Il rischio esiste, ma vale la pena correrlo. L’alternativa è sparire in un oceano di camgirl tutte uguali, senza riuscire a distinguerti né a guadagnare spettatori fissi.

Sperimenta con gli orari

Il bello del lavoro in cam è la flessibilità e la possibilità di rivolgerti a persone provenienti da tutto il mondo, soggette quindi a fuso orari diversi. Sperimenta con gli orari, fino a trovare quello migliore per te.

Valuta diversi siti

Ormai esistono moltissimi siti per camgirl online, ciascuno con le proprie caratteristiche. Non fare l’errore di fermarti al primo che trovi: valuta le alternative in base alla percentuale delle trattenute, certo, ma anche in base al tipo di pubblico che attirano e ai tool che offrono a chi vi lavora.

Intrattieni, oltre che eccitare

Quando lavori come camgirl, ogni minuto diventa una possibile fonte di guadagno. L’errore più grave che puoi fare è limitarti ad eccitare chi hai davanti.

Il fulcro del lavoro è quello, nessuno lo mette in dubbio. Se però vuoi trattenere le persone, farle affezionare a te, devi intrattenerle oltre che eccitarle. La noia è il nemico giurato di chiunque si interagisca con un pubblico.

Allarga il business

Una clientela fissa è preziosa anche per uscire dal solo giro delle videochat erotiche, così da allargare il business. A seconda del tipo di utenza sul quale vuoi puntare, puoi vendere biancheria intima o video personalizzati o aprire un account OnlyFans… Le alternative sono tantissime.

È possibile fare la camgirl come unico lavoro?

Sì e ci sono persone in tutto il mondo che lo fanno con ottimi risultati. Devi però uscire dall’ordine di idee che sia “facile” e che basti mostrare le tette: come in tutte le cose, bisogna lavorare sodo. L’unica differenza è che, in questo caso, il lavoro può rivelarsi molto divertente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *